Coltivazione

Albero di cacao

La pianta divina.

Nel 1753, lo studioso di scienze naturali e amante del cacao Carlo Linneo diede il suo nome al cacao; Theobroma cacao L. che significa "cibo degli dei".

L'albero di cacao appartiene alla famiglia della malvacee ed è originario dell'America Centro-Meridionale. Cresce in modo ottimale con un clima caldo-umido intorno ai 20°C, al di sopra o al di sotto dell'Equatore.
L'albero di cacao è bitorzoluto e ha un'ampia corona con splendide foglie lanceolate. Può raggiungere i 15 metri di altezza, anche se gli alberi delle piantagioni vengono svettati a un'altezza di 4-8 metri. Poiché appartiene agli alberi da sottobosco, cresce all'ombra di piante più grandi come i banani o le palme da cocco - le cosiddette "madri del cacao" - che lo proteggono dal sole, dal vento e dall'erosione.

A seconda della specie, comincia a fiorire tra i 18 mesi e i 3 anni. I fiori filigranati sbocciano a cespugli tutto l'anno sul tronco privo di foglie o sui rami più robusti nella parte inferiore dell'albero. Un albero può dare tra 50 000 e 100 000 fiori all'anno. Dal momento che soltanto il 6% dei fiori vengono fecondati per via naturale, l'uomo interviene per dare una mano.

Il risultato di una fecondazione di successo è il frutto del cacao, comunemente denominato baccello, che in senso botanico appartiene alle bacche secche. Il tempo di maturazione è pari a 5-6 mesi. Inizialmente verdi, a seconda del grado di maturazione e del tipo, i frutti si colorano successivamente di giallo, rosso o porpora. La cosa insolita è che l'albero di cacao dà contemporaneamente fiori e frutti di diversi stadi di maturazione.
All'interno di questi frutti di cacao, avvolti in una polpa bianca (pulpa) si trovano i semi di cacao. Il nocciolo è composto da cotiledoni, al cui interno sono contenute tutte le sostanze nutritive di cui necessita la pianta di cacao giovane per il suo sviluppo.
Un albero dà 20-30 frutti all'anno e nelle annate buone può arrivare a 50.

Un albero dà 20-30 frutti all'anno e nelle annate buone può arrivare a 50.

Durante il raccolto, i frutti del cacao devono essere tagliati con grande prudenza, in modo da preservare l'albero per garantire l'ulteriore allegagione.
Neanche i frutti di cacao molto maturi si staccano da soli dall'albero. Per la sua diffusione naturale, i frutti devono essere mangiati dagli animali e i semi vengono disseminati di conseguenza. Di regola dopo circa quarant'anni un albero di cacao è esautorato e deve essere sostituito con uno nuovo.

Oggi vengono piantati sostanzialmente tre tipi di cacao: il vigoroso e resistente Forastero, cosiddetto cacao base o di consumo; il costoso e raffinato cacao Criollo, un "cacao speziato" con intense sostanze aromatiche e profumate; il robusto e aromatico Trinitario, un incrocio delle due specie di cacao che viene viene classificato sia come cacao fine, sia come cacao di consumo.

Condividi questo articolo

close

Al fine di garantire la procedura ottimale, questa pagina utilizza i cookie. Puoi disattivarli in qualsiasi momento nelle  impostazioni sulla privacy. .

RITTER-SPORT.de quota

close